Categoria: Riflessioni

Codici

Certe cose non diventano mai facili. Come imparare cose nuove, di cui hai sempre fatto a meno: fino a ieri, non ti toccavano.

Come pagare un’assicurazione o sbrinare il freezer: d’un tratto, ti trovi davanti a tutto quel ghiaccio e devi decidere se volare o cadere.

image

Continua a leggere

Annunci

I Cani, Glamour: recensione a semifreddo

Non mi commuovono le stori ingenue, la captatio benevolentiae e i paraculi: amo la sincerità e preferisco non avere aspettative. Volevo che tu mi raccontassi, Niccolò, e quest’anno la cosa t’è uscita un po’ a metà.

Soprattutto, volevo che raccontassi ancora di me e di noi e invece hai raccontato, solo un po’ – troppo po’ – di te.

Io e te abbiamo sempre vissuto in un mondo austero: sei  un po’ più piccolo di me, ma mi avevi fatto arrossire con la tua lucidità, la tua capacità di sintesi, le tue storie così vive e così vere. E così mie e così di tutti.

Continua a leggere

This generation is easyJet

Le relazioni sono complicate, sono fatte di incroci, crocevia, deviazioni. Devi stare attento, rischi di perderti.

E a volte non basta e non c’entra la fortuna, ma devi mettercela tutta per far funzionare le cose, anche con tremila chilometri in mezzo.

this generation is easyjet

La nuova campagna di EasyJet, evidentemente fatta con Instagram

Continua a leggere

Orfani di Bonelli: recensione a semifreddo

Qualche giorno fa è uscito Orfani, di Bonelli. Se n’è fatto un bel parlare, gente seria e meno seria ha detto cose serie e meno serie.

Io, onestamente, mi sono preso un po’ di tempo per pensarci su. Perché parliamo di una miniserie di dodici uscite e mi sembra azzardato farne una recensione a caldo: in fondo, è un progetto che ha un anno per fare il botto e solo un paio di numeri per colpire davvero il lettore.

Orfani, il nuovo progetto di Bonelli

Un’immagine dal primo fumetto interamente a colori di Bonelli

Continua a leggere

Ma, allora com’è sto Dragonero?

Luca Enoch, per me, è uno bravo. Ma veramente bravo. Ho perso il conto delle cose belle, sue, che ho letto. Soprattutto Lilith, ovviamente, ma anche Gea e Legs le ho amate (e recuperate, quasi tutte, in ritardo).

Quindi, quando letto dell’arrivo di una serie Bonelli su Dragonero – a marzo, credo – sono quasi saltato sulla sedia dalla gioia.

Luca Enoch Dragonero Recensione

Ian Dragonero col suo sguardo intenso

Continua a leggere

Pausa caffè

Ci sono rimasti pochi riti di passaggio. Uno di questi, persiste stoicamente alla postmodernità, separando la fanciullezza dall’adolescenza. In genere è una frase, o un gesto, preferibilmente pronunciato o compiuto da una madre: che ti chieda “ti faccio un caffè?” o che te lo porti e zitta, è lì che capisci (o dovresti capirlo) che il tuo torneo di ISS Pro o il tuo pomeriggio di studio non avranno mai più lo stesso sapore.

Immagine

Continua a leggere