Etichettato: sensi

Le parole e le cose: senso/sensi

Amo il mio dialetto d’origine. Ma non dell’amore romantico, di chi ama un’immagine, piuttosto artificiale, costruita negli anni. Come amare Parigi e non vivere in Banlieu, o Napoli e schifare i Quartieri. Il napoletano è fogna e cielo: insieme poesia e strumento di oppressione. Per me è una lingua acquisita, ma ricca di tesori.

Continua a leggere