Quinto podere

Questo non doveva essere uno di quei post lagnosi sulla laudatio temporis acti: lodare il tempo passato mi sembra una pratica sterile, che impedisce di confrontarsi con il tempo presente. Però mi ricordo la mia professoressa delle medie che, quando qualcuno di noi ragazzotti sbagliava un congiuntivo o balbettava un condizionale urlava “CACCHIO, I FONDAMENTALI!” e ci rimandava a posto.

Ecco, quello che urlo io, quando leggo o ascolto certi commentatori, quando leggo certi refusi, è qualcosa tipo “CACCHIO, I FONDAMENTALI” ma meno tollerante. Tipo la mia Prof. di matematica delle medie: invito lo scrivano di turno a tornarsene a zappare la terra. E glielo direi dal vivo, se potessi.


È un fenomeno che noto da un po’: i giornalisti sono spesso più ignoranti, rispetto a qualche tempo fa.

Non parlo solo della quantità (abnorme, sul serio) di refusi che trovo nelle pagine di giornali e riviste (segno che si risparmia sui correttori di bozze, certo, ma anche che non c’è controllo già alla fonte), ma della qualità della scrittura (su carta e web) e della dialettica (in radio e TV). È tutto un florilegio di errori di battitura o di “ehm…” “uh…” “eh…” balbettii e anacoluti bestiali.

È come se il mestiere di scrivere, di riportare (cristo, anche solo di raccontare) appartenesse a una stagione morta: come in un gigantesco mantra, ci venisse detto “quello che conta è il risultato”, indipendentemente dalla forma. Il problema è che “il risultato” non è un prodotto qualitativamente soddisfacente, ma una specie di “cinesata” dell’informazione: un atomo informativo nel quale conta la quantità di contenuti prodotti, anziché la loro qualità (formale o contenutistica).

 

Questo, unito al graduale impoverimento della stessa qualità dell’informazione (deperimento del contenuto) testimonia – a mia impressione – un calo della qualità del giornalismo. È un’impressione, chiaramente non ho nessun dato in proposito, ma la domanda mi viene: che fine ha fatto il giornalismo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...