Fumare fa male.

Uno non smette mai veramente di fumare. Si convince soltanto di smettere. Ma non smette mai, veramente mai, di essere un fumatore.

Ci sono tanti motivi per smettere: un amore, la salute, la paura… ma la verità è che non arrivano mai a contare quanto quelli che ti hanno portato a fumare. Fumare non è uno stato d’animo che comprende una dipendenza: essere fumatori è uno stato di cose. Chiedereste a un cieco di vedere? Può costringersi a comportarsi come se vedesse, ma farà finta. Qualsiasi fumatore può confermarlo. Se non lo fa, o mente o sta facendo finta di fumare.

Non ci sono motivi buoni: né per cominciare, né per smettere e questo prescinde dal modo in cui fumi.

C’è chi fuma perché il padre, il fratello, il nonno… la mamma pure.

C’è chi fuma perché è stressato, chi perché è incazzato. Chi fuma quando è rilassato.

C’è chi fuma perché è vietato e chi perché gliel’hanno vietato. Chi fuma di stramacchio e chi con orgoglio. Chi per passione e chi per bisogno.

C’è il fumatore da caffè, da biliardo, da bar, da alcolici, da compagnia. E c’è il fumatore da cazzi suoi.

Uno non smette mai veramente di fumare.

Anche dopo dieci anni, un pomeriggio d’estate, apri la finestra dopo una pennica e un caffè… e ti manca qualcosa. Ti se ti le mani che ravanano le tasche, come quando hai starnutito e cerchi – invano- quel maledetto fazzoletto sporco che forse non hai buttato la sera prima.

Uno non smette mai.

Ma magari, se non ci muore con, ci muore un pochino anche senza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...