L’importanza di essere.

Non è che ci voglia un genio per capirlo: sono un incoerente. Non so se esistono citazioni famose a proposito. Qualche battuta, qualche meme sì. Forse addirittura qualche canzone.

Non è questione di pigrizia, ma di entusiasmo. Il napoletano, in questo, mi viene incontro: “me pass’ o ggenio” di fare le cose, scema il mio entusiasmo, mi spengo come una candela troppo frettolosa.

Non è questione di pigrizia: la pigrizia è come una coperta calda e avvolgente di prima mattina, che non ti vuole lasciare andare, che ti si attacca addosso e ti rimane incollata alla pelle… come una costante sensazione/bisogno di riposo a tutti i costi.

No, non è questione di pigrizia. È questione di fretta e costanza. E incostanza. È più come un peso che ti trascini dietro, sulla nuca, come se dipendesse tutto da quello che fai e non fai. 

E poi, niente, a un certo punto, ti volti e ti rendi conto che quel peso dietro al collo non ce l’hai più. E ti rimane solo un grosso vuoto dentro.

Fretta e costanza. E incostanza. Vorrei essere più coerente e più costante, ma proprio quando mi ci metto con impegno, alla fine finisco per scemare. 

Io scemo, c’è poco da dire.

Annunci

Un Commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...